Ducati Monster 1200

BETTER. FASTER. MONSTER.

Pura essenza Monster

Il nuovo Monster 1200 incarna in pieno i valori che fanno battere il cuore dei motociclisti da oltre 20 anni. Un’icona di sportività che si rinnova completamente pur rimanendo fedele ai valori che l’hanno resa unica: ancora più bello, ancora più tecnologico, sempre inconfondibilmente Monster.

Un’icona rivolta al futuro

La linea muscolosa, il telaio a traliccio e gli elementi inconfondibili come serbatoio e faro ne confermano il ruolo di icona contemporanea pronta a scrivere il futuro della sport naked.

Design

100% Monster

Il Monster 1200 è stato profondamente aggiornato: design, ciclistica, motore ed elettronica, nulla è stato lasciato invariato, tutta la moto è stata rivista a fondo per renderla migliore, più performante e più godibile.

Design più compatto e sportivo
Motore più potente e sfruttabile
Ciclistica più reattiva e agile
Elettronica più ricca e sofisticata

Un'icona contemporanea

Il nuovo Monster 1200 reinterpreta e attualizza il concetto originario di sport naked. Il gancio di fissaggio al serbatoio, il telaio a traliccio con tubi di sezione maggiorata per aggiungere rigidità, il classico faro anteriore tondo, iconico ma attuale e con tecnologia DRL nella versione S, lo rendono inconfondibilmente Monster al 100%.

Design più compatto e sportivo

Il serbatoio, da sempre elemento iconico del Monster, è stato ridisegnato rimanendo muscoloso ma, allo stesso tempo, snello e compatto. Anche la coda è stata rivista nelle dimensioni e nelle proporzioni diventando più agile e dinamica. Le linee della coda si sviluppano sul porta targa, che, come sul primo Monster, torna adesso a essere collegato direttamente alla coda stessa.

Il nuovo Liquid Concrete Grey

Il nuovo Monster 1200 esprime e attualizza il concetto di vera sport naked rimaendo fedele alle linee della moto nata nel 1993 ed è disponibile non solo nel classico Ducati Red ma anche nel nuovissimo Liquid Concrete Grey, un grigio pastello lucido che valorizza e rende contemporanee, assieme al telaio e ai cerchi neri, le linee della moto.

Faro tecnologico e iconico

Il faro anteriore, pur mantenendo il classico profilo rotondo Monster, è diventato più moderno e tecnologico. E’ stato introdotto, inoltre, per la prima volta nella famiglia Monster, il sistema Daytime Running Light (DRL), che rende il nuovo Monster 1200 inconfondibile sulla strada anche durante il giorno.

DIVERTIMENTO SPORTIVO

Ancora più divertente e sicuro

Il Motore, più potente e corposo a ogni regime, le dimensioni più compatte, la ciclista rivista e la dotazione elettronica aggiornata garantiscono il massimo divertimento di guida e, allo stesso tempo, la massima sicurezza.

L'ultima evoluzione del Testastretta 11° DS

L’ultima evoluzione del Testastretta 11° DS è stato rivisto e aggiornato migliorando sotto ogni punto di vista. Il nuovo Monster 1200 è più potente e con una maggiore coppia massima. Inoltre la curva di coppia è diventata estremamente piatta, regalando al pilota un comportamento estremamente corposo e regolare già a bassi regimi. Questo garantisce una guida senza continui cambi marcia e, quindi, più divertente nell'uso sportivo e più comoda sui percorsi urbani. La risposta del motore è, poi, molto più modulabile, grazie a un nuovo algoritmo che gestisce l’apertura delle farfalle in funzione dell’apertura dell’acceleratore. Il nuovo Monster 1200 è, ora, omologato Euro 4.

Ciclistica più reattiva e agile

La ciclistica del nuovo Monster 1200 è stata completamente rivista. L’interasse è stato modificato in maniera sensibile accorciando, da un lato, il forcellone, completamente ridisegnato, e riducendo, dall’altro, l'inclinazione del cannotto e l'avancorsa. In questo modo migliorano decisamente la maneggevolezza e la reattività dell’avantreno. I portapedane passeggero, ora separati da quelli pilota, rendono visivamente la moto più sportiva e, allo stesso tempo, migliorano l'ergonomia per il pilota.

Il nuovo Ducati Quick Shift (DQS)

Il Ducati Quick Shift della Panigale entra di serie nella famiglia Monster proprio nel nuovo Monster 1200 S, e permette il cambio marcia senza l'utilizzo della frizione sia in scalata che durante il passaggio alla marcia superiore. Il sistema DQS up/down garantisce maggiore divertimento nella guida sportiva e offre un valido aiuto nel traffico cittadino e sulle strade più tortuose.

CONTROLLO

Adattala al tuo stile di guida

I Riding Mode preimpostati permettono di ottimizzare il comportamento della moto in base al proprio stile di guida. Ciascuno dei tre Riding Mode (Sport, Touring ed Urban), è programmato per agire sul sistema elettronico Ride-by-Wire (RbW) di controllo del motore e sui livelli di intervento di ABS, Ducati Traction Control e Ducati Wheelie Control. I tre diversi settaggi, ulteriormente personalizzabili in base alle proprie preferenze, permettono di avere la moto ideale su qualunque percorso, sia nel traffico cittadino sia sulle curve fuori città dove si può esprimere il vero istinto Monster.

Elettronica più ricca e sofisticata

Il nuovo Monster 1200, sia in versione standard che S, grazie alla Inertial Measurement Unit (IMU) Bosch, integra l’ABS Bosch 9.1MP Cornering, l'ABS ad azione variabile in funzione dell'angolo di piega della moto, e il Ducati Wheelie Control (DWC), il controllo d'impennata. Il pacchetto di elettronica evoluta del nuovo Monster 1200, che include anche il Ducati Traction Control, i Riding Mode e i Power Mode, esalta le performance e aiuta il pilota nel controllo della moto, aumentando così il livello di sicurezza su ogni percorso e in qualunque condizione.

Emozioni senza sosta

I materiali e le tecnologie avanzate del motore Ducati Testastretta 11° DS garantiscono intervalli di manutenzione particolarmente lunghi. Il cambio olio ogni 15.000 Km o 12 mesi e il controllo gioco valvole ogni 30.000 km sono valori di assoluto riferimento per la categoria.

Monster 1200 S

L’esclusiva versione S accentua ancora di più l’animo sportivo del Monster, grazie alle sospensioni Öhlins completamente regolabili, al sistema frenante racing, alle ruote a 3 razze a Y con esclusiva grafica “S” e al parafango anteriore in carbonio. Il faro anteriore con sistema DRL (Daytime Running Light) rende sempre riconoscibile il Monster 1200 S. L’inedito colore Liquid Concrete Grey, grigio pastello lucido con telaio e cerchi neri, sportivo ed elegante, è la nuova esclusiva colorazione che affianca la classica versione Rosso Ducati con cerchi ruota neri.

Scheda modello

Liquid concrete grey Ducati Red

Monster 1200

L’essenza del Monster, che ha scritto la storia della sport naked: colore Rosso Ducati, telaio a traliccio Rosso Ducati, cerchi ruota neri. Un’icona di stile che va oltre il tempo e la moda e fa battere forte il cuore al primo sguardo.

Scheda modello

Abbigliamento

Massima sportività e protezione, senza rinunciare allo stile.

Catalogo abbigliamento

Libera il tuo istinto Monster

Tre diversi Riding Mode, 150 CV e un’erogazione fluida e potente gestita dal sistema Ride By Wire, dotazioni di sicurezza ai massimi livelli: guidare non è mai stato così emozionante. La strada ti aspetta: libera il tuo istinto sportivo, inconfondibilmente Monster.

La tecnologia di Monster 1200

  • Ergonomia
  • Motore
  • Ciclistica e freni
  • Dotazione elettronica
Scheda tecnica

Ergonomia

Il forcellone compatto in alluminio e l’interasse di 1.485 mm rendono il nuovo Monster 1200 ancora più maneggevole e rapido nello scendere in piega e nei cambi di direzione, esaltando il divertimento nella guida sportiva, mentre la sella regolabile da 795mm a 820 mm e il manubrio largo assicurano facilità di manovra e comodità nel traffico

Testastretta 11° DS da 1198 cm3

Il Monster 1200 è spinto dall’ultima evoluzione del bicilindrico Testastretta 11° DS da 1198 cm³, con 4 valvole per cilindro e raffreddato ad acqua, che sprigiona 150 CV a 9.250 giri e una coppia massima di 12,9 kgm a 7.750 giri. Con una sonda lambda per ogni singolo cilindro gestisce l’alimentazione in modo autonomo e ottimale, mentre i condotti di scarico, con sezione da 50-52 mm, fanno parte di un impianto di tipo 2-1-2 progettato con lunghezze identiche per i due cilindri in modo da massimizzare la potenza e l’efficienza di erogazione. Il motore del Monster 1200, omologato Euro 4, è competitivo anche negli intervalli di manutenzione, con la registrazione delle valvole prevista ogni 30.000 km.

Cambio e Frizione

Il motore del Monster 1200 è dotato di cambio a sei rapporti e frizione antisaltellamento a bagno d'olio, in grado di essere azionata con un ridottissimo sforzo. Grazie a un sistema ad asservimento progressivo, viene incrementato automaticamente il carico delle molle, garantendo una sensibilità maggiore e un ottimo comfort anche nel traffico cittadino. Quando la coppia alla ruota ha invece un’azione contraria, lo stesso meccanismo riduce la pressione sui dischi della frizione, consentendole di lavorare nella modalità sportiva antisaltellamento che consente di mantenere la stabilità del veicolo nelle scalate aggressive tipiche della guida sportiva.

Potenza e coppia

Il Testastretta 11° DS del Monster 1200 sprigiona 150 CV a 9.250 giri e una coppia massima di 12,9 kgm a 7.750 giri: grazie al nuovo corpo farfallato e al rapporto di compressione portato a 13:1, ha un'impressionante curva di coppia che spinge già dai regimi più bassi. Due candele per ogni testa e i corpi farfallati Ride-by-Wire Mikuni a sezione ovale, con diametro equivalente di 56 mm, offrono una maggior regolarità di erogazione, per una sensazione di guida ancora più piacevole ed esaltante.

Telaio

Il Monster 1200 ha una struttura a motore portante, con il telaio a traliccio collegato alle teste del propulsore. Un concetto derivato direttamente dalle corse che permette di avere un telaio molto compatto e leggero, così da mantenere un peso di 182kg a secco e di 209 kg in ordine di marcia. L’utilizzo di tubi di grossa sezione garantisce inoltre un’elevata rigidità torsionale. Al motore sono collegati anche il nuovo forcellone monobraccio, che si sposa alla perfezione con l’interasse compatto di 1.485mm, e le inedite pedane pilota fuse in alluminio, separate da quelle del passeggero per garantire una maggiore libertà di movimento nella guida sportiva. Il telaietto posteriore reggisella, anch’esso fissato direttamente al motore, è stato ridisegnato creando una struttura compatta pensata per reggere anche le nuove staffe di supporto delle pedane del passeggero. La ciclistica ben bilanciata e il manubrio largo permettono al Monster 1200 di coniugare la sua innata attitudine sportiva a una sorprendente facilità di guida.

Sospensioni

Per esprimere a pieno il suo carattere sportivo e garantire il massimo divertimento alla guida, il Monster 1200 utilizza un ammortizzatore posteriore fissato direttamente sulla testa verticale del motore e sul forcellone monobraccio in alluminio. Le sospensioni, completamente regolabili, differiscono per i modelli Monster 1200 e Monster 1200 S. Il primo monta una forcella Kayaba da 43 mm di diametro all’anteriore e un ammortizzatore Sachs al posteriore, con regolazione del precarico molla e freno idraulico in estensione. Il Monster 1200 S vanta invece una forcella Öhlins da 48 mm di diametro a regolazione integrale e un ammortizzatore posteriore Öhlins completamente regolabile.

Cerchi e Pneumatici

Il Monster 1200 è equipaggiato con cerchi in lega leggera a 10 razze, da 3,50x17 all'anteriore e da 6,00x17 al posteriore, mentre il Monster 1200 S sfoggia cerchi a tre razze a Y, resi ancora più sportivi dall’esclusiva grafica “S”. Entrambi i modelli montano pneumatici Pirelli DIABLO ROSSO™ III, da 120/70 all'anteriore e da 190/55 al posteriore, realizzati in doppia mescola per offrire resistenza alle lunghe percorrenze e grip elevato anche nelle pieghe più sportive. Questi pneumatici di qualità sfruttano le tecnologie Pirelli EPT, Enhanced Patch Technology, per massimizzare l'area di contatto con qualsiasi angolo di piega, e FGD, Functional Groove Design, per ottimizzare le prestazioni sul bagnato.

Freni

Il Monster 1200 è dotato all’anteriore di due pinze radiali M4.32 monoblocco Brembo a 4 pistoncini che agiscono su dischi da 320 mm di diametro, mentre il Monster 1200 S utilizza pinze M50 monoblocco Brembo e dischi da 330 mm di diametro. Entrambi i modelli hanno pompe radiali per i freni anteriori con serbatoi separati e un unico disco da 245 mm al posteriore, su cui lavora una pinza Brembo a 2 pistoncini dotata di pastiglie con materiale di attrito sinterizzato. L’impianto frenante è gestito dal sistema ABS Bosch 9.1MP Cornering, con tre diversi livelli di intervento, disinseribile all’occorrenza.

Ducati Safety Pack (DSP)

Il Monster 1200, sia in versione standard che S, è dotato del pacchetto Ducati Safety Pack (DSP) di serie, che, grazie alla Inertial Measurement Unit (IMU) Bosch, integra l’ABS Bosch 9.1MP Cornering, il Ducati Traction Control (DTC) e il Ducati Wheelie Control (DWC). Un pacchetto di elettronica evoluta che esalta le prestazioni dinamiche, ottimizza il controllo e offre un elevato livello di sicurezza.

Ducati Quick Shift (DQS)

Il Monster 1200 S è equipaggiato di serie col Ducati Quick Shift (DQS) up/down, un sistema elettronico derivato dalle corse che permette di cambiare le marce senza l’utilizzo della frizione e senza chiudere il gas nel passaggio a una marcia superiore e scalare senza l’utilizzo della frizione, ma solo con gas chiuso.
Il sistema agisce in modo distinto per cambiata e scalata, integrando l’azione su anticipo accensione e iniezione, nella fase “upshift”, con l’apertura controllata della valvola a farfalla (“blipping” automatico) quando si preme il pedale del cambio nel funzionamento in “downshift”.
Questo sistema non solo rende più divertente la guida sportiva, ma rappresenta anche un valido aiuto nel traffico cittadino e sulle strade tortuose che richiedono un frequente uso del cambio.
Il DQS è disponibile come accessorio sul Monster 1200 mentre è di serie sulla versione S.

ABS Cornering Bosch

L’ABS Bosch 9.1MP Cornering sfrutta la presenza della piattaforma inerziale IMU (Inertial Measurement Unit) per dosare in modo ottimale la potenza frenante della ruota anteriore e di quella posteriore anche in situazioni critiche e con la moto inclinata. Il sistema agisce su tre livelli crescenti di intervento: da una soluzione dedicata alla guida sportiva, con intervento dell’ABS solo sull’anteriore e senza rilevamento del sollevamento del posteriore, fino al massimo livello di ottimizzazione della frenata, con il rilevamento del sollevamento della ruota posteriore e la funzionalità Cornering attiva e calibrata per la massima sicurezza. Grazie all’interazione con i Riding Mode, il sistema è in grado di offrire soluzioni adatte a ogni situazione e stile di guida. L'ABS è comunque disinseribile dal cruscotto in qualsiasi momento e consente di memorizzare e utilizzare le stesse impostazioni salvate al successivo Key-On.

Ducati Traction Control (DTC) e Ducati Wheelie Control (DWC)

Il Monster è dotato dell'ultimissima versione del software DTC, che rileva e controlla il pattinamento della ruota posteriore per aumentare le performance e la sicurezza attiva. Il sistema consente di scegliere tra otto diversi profili con differenti gradi di intervento, ciascuno dei quali è stato calibrato per offrire un valore di tolleranza allo slittamento del posteriore commisurato a livelli progressivi di capacità di guida e condizioni dell’asfalto. I livelli di DTC sono preimpostati per ciascuno dei tre Riding Mode, ma possono essere personalizzati o disinseriti in base alle preferenze del pilota, salvati dai singoli menu di impostazione e riutilizzati al successivo Key-On. Il Monster 1200 è dotato anche del DWC (Ducati Wheelie Control), che analizza l’assetto della moto e gestisce coppia e potenza in modo da garantire la massima accelerazione in sicurezza, evitando l’impennata. Come il DTC, è regolabile su 8 livelli ed è integrato all'interno dei Riding Mode.

Strumentazione TFT a colori

Il cruscotto del Monster 1200 ha un display TFT a colori con le tre configurazioni Core, Full e Track, pensate per visualizzare informazioni relative ai tre Riding Mode di utilizzo. Nel Riding Mode Sport, il display adotta l’esclusiva configurazione Track presentando solo informazioni finalizzate alla guida sportiva e la grafica del contagiri viene reimpostata con un layout in puro stile Superbike. Il cruscotto TFT è personalizzabile e si può sempre scegliere la modalità di visualizzazione, indipendentemente dal Riding Mode selezionato.

Scroll

I valori di potenza sopra indicati sono stati misurati mediante un banco a rulli dinamometrico. I dati di potenza misurati in sede di omologazione e riportati nel libretto di circolazione del veicolo, sono misurati utilizzando un banco prova statico in accordo con le normative di omologazione. Le due misure di potenza possono differire a causa dei differenti dispositivi di misura utilizzati